Inviato da il
SOCIAL:

Napoli, botte e umiliazioni su anziani. Chiusi 3 ospizi

I carabinieri del Nas hanno posto sotto sequestro 3 strutture di accoglienza per anziani e disabili a Calvizzano, provincia di Napoli. Dalle indagini è emerso che i 150 degenti subissero maltrattamenti da parte di personale non abilitato.

Napoli, botte e umiliazioni su anziani. Chiusi 3 ospizi

CALVIZZANO - "Gli infermieri mi riempono di botte". E' quanto ha scritto su un foglio una donna anziana che non è in grado di parlare e che era ospite del centro di accoglienza per anziani e disabili situato in viale della Resistenza a Calvizzano, provincia di Napoli. I carabinieri del Nas hanno posto sotto sequestro 3 strutture che ospitavano circa 150 degenti, come disposto dal gip Eduardo De Gregorio. Le indagini, coordinate dal pm Giovanni Corona, hanno accertato uno scenario inquietante: oltre ad essere assistiti in maniera inadeguata da personale non abilitato e abbandonati a sé stessi, gli ospiti delle tre strutture venivano spesso picchiati e maltrattati. I primi accertamenti sono scattati quando 3 pazienti con disturbi psichici hanno tentato la fuga e successivamente due di loro sono stati ritrovati morti. I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2007 e il 2012 e i reati contestati vanno dall'abbandono di incapaci ai maltrattamenti, nonché all'esercizio abusivo della professione sanitaria. I pazienti con problemi di salute sono stati dunque trasportati in ospedale con le ambulanze mentre gli altri verranno destinati a strutture idonee entro due settimane. 

Se trovi questo articolo su un blog diverso da "net1news.org" si tratta probabilmente di una copia non autorizzata. L'indirizzo originale di questo articolo è: Napoli, botte e umiliazioni su anziani. Chiusi 3 ospizi scritto da .