Inviato da il
SOCIAL:

Scandalo Cospalat. "Consapevoli di utilizzare latte avvelenato"

Da un'intercettazione telefonica tra Renato Zampa ed un produttore caseario si è scoperto che la Cospalat utilizzava consapevolmente latte avvelenato.

Scandalo Cospalat. "Consapevoli di utilizzare latte avvelenato"

TRIESTE - Renato Zampa il leader di Cospalat è stato accusato di aver messo in commercio del latte contaminato da aflatossine. L’accusa è pesante in quanto contempla l’associazione a delinquere finalizzata alla frode in commercio, adulterazione di sostanze alimentari e commercio di alimenti nocivi alla salute. Le aflatossine sono infatti sostanze che potrebbero causare il cancro, oltre ad avere delle influenza sulla crescita dei bambini. Dato inquietante è la consapevolezza con la quale Zampa ed i suoi collaboratori hanno messo in commercio il latte. Durante un’intercettazione telefonica tra il leader della Cospalat ed il proprietario di un caseificio napoletano, quest’ultimo manda i suoi complimenti al leader aziendale. “Me lo dicevano che sei un grande uagliò!”, sarebbe stato il complimento rivolto al fatto di sapere aggirare i controlli imposti dalle autorità e dalle Aziende Sanitarie Locali. Il nome di Zampa comunque era apparso già all’interno dei titoli dei giornali. Veniva infatti considerato uno dei capi della protesta contro gli accordi comunitari sulle “quote latte”. Gli allevatori rivendicavano il diritto che il mercato del latte dovesse «appartenere a chi lavora e produce», lottavano per «poter controllare le future scelte in agricoltura», sbandieravano la «purezza» del latte italiano, trovando il forte appoggio della Lega Nord. Poi da quelle proteste che si richiamavano alla sostenibilità ambientale, Zampa è divenuto una persona che mette in commercio latte contenente sostanze tossiche, nel giro di pochi anni.  

Se trovi questo articolo su un blog diverso da "net1news.org" si tratta probabilmente di una copia non autorizzata. L'indirizzo originale di questo articolo è: Scandalo Cospalat. "Consapevoli di utilizzare latte avvelenato" scritto da .