Inviato da il
SOCIAL:

Eclisse solare totale martedì 13. La prossima nel 2081

Un’Eclisse Solare Totale avrà luogo il 13 novembre 2012 alle 19:37 UTC e le 0:45 UTC, non sarà visibile dall’Italia. Saranno oscurate per qualche minuto la parte settentrionale ed est dell’Australia, le isole Fiji e la Nuova Zelanda, Antartide settentrionale e tutta l’Oceania.

Eclisse solare totale martedì 13. La prossima nel 2081

ROMA - L'Eclissi Solare Totale più grande si osserverà in pieno Oceano Pacifico alle ore 22:12 UTC. Il Sole e la Luna si allineeranno, e la notte prenderà per qualche minuto il posto del giorno, regalandoci uno dei fenomeni più spettacolari e affascinanti della natura. La prima Eclissi Anulare di Sole risale al 20 maggio 2012 scorso, seguita dall’eclisse parziale di luna del 4 giugno 2012 e il successivo transito di Venere del 6 giugno 2012.

Il percorso dell’Eclisse Solare totale del 13 novembre 2012: “ Il percorso centrale dell’eclisse passerà nel parco nazionale di Garig Ganak Barlu, in Australia, a circa 250 chilometri a est di Darwin, alle 21:35 (ora italiana). Viaggiando a sud-est, l’ombra attraverserà rapidamente il Golfo di Carpentaria e raggiungerà la penisola di Cape York alle 21:37. La prima e unica regione popolata del percorso si trova lungo la costa orientale del Queensland, sulla città di Cairns. Dopo aver lasciato l’Australia e la sua ombra scivolerà sopra l’oceano, disturbata da un ulteriore approdo per il resto del suo percorso. In questo istante, l’asse d’ombra della Luna passerà più vicino al centro della Terra. La durata massima della totalità sarà di 4 minuti e 2 secondi, con un’altezza del sole di 68°, mentre la larghezza del cono d’ombra sarà di 179 chilometri. Proseguendo attraverso il vasto Pacifico del Sud, il percorso dell’ombra finirà a circa 800 chilometri a ovest del Cile, alle 00:48. Nell’arco di 3 ore, l’ombra della Luna (l’eclissi di Sole si verifica quando la Luna si interpone tra la Terra e il Sole) percorrerà un sentiero di circa 14.500 chilometri di lunghezza, che coprirà lo 0,46% della superficie terrestre”. Fonte NASA Eclipse – Fred Espenak.

Già nell’antichità, monaci e gli astronomi descriveva e vivevano le eclissi solari con la conseguente e improvvisa, oscurità che causava, come presagio di catastrofi, terremoti, fonte di orrore e paura, fine del mondo, il ritorno al buco nero. Nell’antichità i Babilonesi studiavano questi fenomeni, gli allineamenti planetari, per prevedere il futuro, e ci hanno lasciato una serie di registrazioni di Eclissi su tavolette di argilla, precise e dettagliate. Esistono anche delle registrazioni cinesi che risalgono dal I°secolo d.c., poi arrivarono i greci e il Medio Oriente, che insieme agli islamici studiarono scientificamente gli effetti, e i tempi dell’eclissi nei diversi luoghi per misurarne la latitudine. Tolomeo nel II° secolo d.c., riuscì a prevedere le eclissi solari e lunari con grande precisione. Inoltre secondo le prossime date di eclissi solari legate al calendario Maya: “Dopo il 6 Giugno 2012 vi sarà il secondo e ultimo transito di Venere del secolo. Il 13 novembre 2012 avremo un'Eclissi Totale del Sole, visibile nel nord dell'Australia e il 21 Dicembre si terminerà il ciclo del calendario Maya, con l'allineamento di tutti i pianeti. Secondo una delle predizioni dei Maya, della fine del mondo é legata alla disposizione dei pianeti del nostro sistema solare.

Effetti catastrofici - Cinque pianeti si allineeranno sullo stesso livello del Sole, Terra, Marte, Mercurio, Giove e Plutone e il Sole, 6 pianeti nel sol tizio d’inverno si vedranno allineati sulla Via Lattea. Purtroppo non sarà possibile vederlo, e senza gli studi dei Maya e degli Astronomi non lo avremmo mai saputo. Le conseguenze catastrofiche degli effetti sulla terra dell’allineamento di tutti i pianeti, potrebbero determinare terremoti, o eruzioni vulcaniche.

Effetti trascurabili – Alcuni studiosi affermano che non ci sarà nessun allineamento planetario e che la Terra non passerà nel piano galattico del 21 dicembre del 2012 considerato pericoloso dalle teorie precedenti.

Dichiarando che l’allineamento sulla Via Lattea,  Sole e Terra si verifica ogni anno a dicembre, senza aver riportato mai nessuna conseguenza significativa.

E per assistere alla prossima Eclissi Totale di Sole dalla nostra penisola, si dovrà attendere il 2081.

 

Fonti: www.finedelmondo-2012; www.meteoweb.eu

Se trovi questo articolo su un blog diverso da "net1news.org" si tratta probabilmente di una copia non autorizzata. L'indirizzo originale di questo articolo è: Eclisse solare totale martedì 13. La prossima nel 2081 scritto da .