Inviato da il
SOCIAL:

Primarie Pd Roma, vince Marino. Polemiche per i rom ai seggi

Oggi, 7 aprile, le Primarie a Roma. Putiferio per l'anomala affluenza di rom ai seggi: si teme per la credibilità del voto. Tuttavia Marino sbaraglia gli avversari con il 58% del voto e si prefigura già come vincitore delle elezioni.

Primarie Pd Roma, vince Marino. Polemiche per i rom ai seggi

Oggi primarie PD in Lazio. In netto vantaggio sarebbe Ignazio Marino, chirurgo democratico appoggiato da Vendola, Ingroia, Verdi e Rotodà, che con il suo attuale 58% di voti ha sbaragliato i suoi due avversari: David Sassoli (28%) e Paolo Gentiloni (12%). Gli altri tre candidati, Mattia De Tommaso, Gemma Azuni e Patrizia Prestipino, sono rimasti a quote bassissime che non superano il 6%. La vittoria di queste primarie, lo si può già ipotizzare, va a Marino. Quella che, più che una novità, è stata definita come "irregolarità e disservizi nei seggi elettorali" è l'insolita affluenza di rom al voto. A sollevare il polverone il post pubblicato su facebook in cui Cristiana Alicata, membro pro-Renzi del PD, ha esordito: "le solite incredibili file di Rom che quando ci sono le primarie si scoprono appassionatissimi di politica". E' partita da qui la polemica riguardo i 47mila votanti che sono affluiti ai seggi dalle 14 di oggi ed Antonio Funiciello, portavoce del Comitato GentilonixRoma ha dichiarato che le segnalazioni di tali irregolarità erano tantissime e che "sarebbe davvero grave se una giornata di democrazia come quella di oggi venisse funestata da vicende poco chiare". Sì, perché il sospetto comune, ma trattandosi dell'Italia c'è chi lo chiama già certezza, è che questa anomala affluenza sia stata forzata per assicurarsi la vittoria delle elezioni. Voti comprati, insomma. Non sarebbe la prima volta, d'altro canto. C'è inoltre chi afferma che sono molti gli stranieri residenti nella Capitale che, semplicemente in quanto cittadini, hanno il diritto indiscusso di votare. Sta di fatto che il putiferio scatenato dalla dichiarazione della Alicata ha suscitato parecchie polemiche. Interpellata sulle ragioni di quel post, ha risposto: "noi sappiamo come vanno queste cose, ma se avessi le prove lo andrei a denunciare alla magistratura, ovviamente. - riferendosi a Gentiloni -  È lecito porsi questo dilemma." Tuttavia ad una diretta allusione alla compravendita di voti risponde: "non sempre, a volte probabilmente questo capita, a volte c'è semplicemente un rapporto tra alcuni politici e quei gruppi". La milita del PD è stata inoltre accusata di razzismo, ma a chi l'aggredisce ha risposto per le rime: "scambiare per razzismo il denunciare strani movimenti in alcuni seggi delle primarie, oltre tutto noto a tutti, è ipocrita. La democrazia viene umiliata e offesa dal voto di scambio". Alicata ha comunque affermato che il suo post di facebook non voleva essere il pretesto per alzare un polverone sulle elezioni, tuttavia ora ci si interroga sulla credibilità di queste votazioni.

Se trovi questo articolo su un blog diverso da "net1news.org" si tratta probabilmente di una copia non autorizzata. L'indirizzo originale di questo articolo è: Primarie Pd Roma, vince Marino. Polemiche per i rom ai seggi scritto da .