Inviato da il
SOCIAL:

Microchip sottopelle: il Grillino di Ballarò si scusa (VIDEO)

In soli due giorni Paolo Bernini è diventato famoso. Il neo deputato del Movimento 5 Stelle prima si è presentato come Vegano e disiscritto dalla Chiesa cattolica. Poi ieri, intervistato da Ballarò, ha parlato di “Zeitgeist” e di chip impiantati sottopelle. Ora chiede scusa con eletti e attivisti del Movimento 5 Stelle. "Sono stato un ingenuo".

Microchip sottopelle: il Grillino di Ballarò si scusa (VIDEO)

ROMA - «Sono stato un ingenuo ad accogliere una troupe in casa mia e mi scuso con eletti ed attivisti del Movimento 5 Stelle se ho creato loro un problema». Ieri sera Paolo Bernini era stato intervistato da Ballarò su Rai3 e tra una citazione al discusso documentario "Zeitgeist" e ai micro chip che negli Stati Uniti impiantano sottopelle alle persone per controllarle, aveva fatto quantomeno la figura dell'ingenuo.


IL MICROCHIP SOTTOPELLE 

Prima i fatti: ieri Paolo Bernini è stato intervistato da Ballarò. "Non so se lo sapete, ma in America hanno già iniziato a mettere i microchip sottopelle per controllare e per mettere i soldi. E quindi è un controllo di tutta la popolazione. Quelle persone che se lo fanno iniettare non sanno a cosa vanno in contro". Bernini ha parlato anche del discusso documentario “Zeitgeist”. "E' diviso in 3 parti: la religione, l'11 Settembre, la massoneria e, in fondo, il controllo globale". Peccato, però, che la storia dei microchip iniettati sotto la pelle degli Americani è una colossale bufala.


COLOSSALE BUFALA 

Lo spiega benissimo Paolo Attivissimo nel suo blog, totalmente dedicato a smontare le leggende metropolitane. "C'è un piano del Nuovo Ordine Mondiale per inserire in tutti gli abitanti del mondo un microchip, e la recente riforma sanitaria di Obama ne è il primo passo, perché prevede l'inserimento di questi microchip per scopi medici dal 23 marzo prossimo nei cittadini americani. Poi arriverà il turno del resto del pianeta. Non ridete: questa è la tesi di complotto che sta ricominciando a girare in Rete. Nella versione corrente si “dimostra” la veridicità della tesi citando con precisione un documento governativo statunitense. Siccome molti non vanno a controllare le citazioni, questo fa sembrare credibile l'appello. In particolare viene citato il disegno di legge HR 3962, approvato nel 2009 e disponibile in formato PDF: un malloppone di 1990 pagine nel quale però non c'è nessuna menzione di chip o di RFID. La parola“CHIP” (in maiuscolo) presente nel documento è una sigla che sta per Children's Health Insurance Program, ossia una copertura assicurativa sanitaria per bambini. Non c'entra nulla con i microchip".


LE SCUSE SU FACEBOOK

Questa sera sono arrivate le scuse via facebook del neo eletto grillino. "Mi dispiace che dei parlamentari neoeletti del Movimento 5 Stelle si parli nell'esclusivo tentativo di metterli in cattiva luce di fronte alla pubblica opinione - afferma Bernini -. Mi sono trovato la troupe televisiva Rai, senza preavviso, davanti casa. È rimasta in camera mia una buona mezz'ora. Se si potesse vedere l'intero filmato, chiunque potrebbe rendersi conto che ho parlato per 29 minuti di come funzioni il Movimento 5 Stelle, di temi vicini al nostro mandato, dei miei studi e di come vivo - aggiunge - Poi mi è stato domandato che cosa fosse il filmato 'Zeitgeist'. Lo conosco, l'ho visto e l'ho semplicemente descritto, rispondendo ad una domanda precisa. Anche sul microchip, la questione è semplice: ho riferito di quelli utilizzati per controllo biomedico, di cui si parla nel filmato".

 

INCURIOSITO DALLO SGUARDO ALTERNATIVO

"Riferire qualcosa non significa per forza farlo proprio, o sbaglio? - è la difesa del neo deputato - Sono cosciente del fatto che il filmato contenga errori, ma mi incuriosisce lo sguardo 'alternativo' che fornisce nella lettura della realtà. Punto. Poi è stato fatto un abile lavoro di post-produzione, et voilà, il risultato è sotto gli occhi di tutti. Adesso vi lascio, grazie per i messaggi di vicinanza, torno a studiare: abbiamo un sacco di cose da imparare e ce la stiamo mettendo tutta! Stateci vicini!".

 

Alla fine del suo post Paolo Bernini pubblica un video tratto da un documentario del National Geographic che pubblichiamo qui in basso per dovere di cronaca.

Se trovi questo articolo su un blog diverso da "net1news.org" si tratta probabilmente di una copia non autorizzata. L'indirizzo originale di questo articolo è: Microchip sottopelle: il Grillino di Ballarò si scusa (VIDEO) scritto da .