Inviato da il
SOCIAL:

E' morta Margherita Hack, l'atea per eccellenza: "Comodo dare colpe a Dio"

E' morta Margherita Hack, la nota astrofisica.

E' morta nella notte la nota astrofisica Margherita Hack. Si era laureata in fisica nel 1945 con una votazione di 101/110. Aveva compiuto 91 anni il 12 giugno scorso.
La Hack è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, è stata una grandissima divulgatrice e ha contribuito allo studio e classificazione di molte categorie di stelle. La Hack era membro dell'Accademia dei Lincei, dell'Unione Internazionale Astronomi e della Royal Astronomical Society. La Hack ha svolto gran parte della sua attività didattica e di ricerca presso l'università di Trieste, dove ha dato vita nel 1980 a un "Istituto di Astronomia" che è stato poi sostituito nel 1985 da un "Dipartimento di Astronomia", che la scienziata ha diretto fino al 1990. Dal 1982 Margherita Hack ha inoltre curato una stretta collaborazione con la sezione astrofisica della 'Scuola internazionale superiore di studi avanzati'

La scienziata, inoltre, ha alternato la stesura di testi scientifici universitari, alla scrittura di testi a carattere divulgativo. Il trattato "Stellar Spettroscopy", scritto a Berkeley nel 1959 assieme a Otto Struve (1897-1963) è considerato ancora oggi un testo fondamentale. Nel 1995 un asteroide della fascia principale venne battezzato 8558 Hack in suo onore
La Hack era nota anche per il suo impegno politico e sociale. Atea convinta aveva sempre criticato la Chiesa Cattolica La scienziata, qualche tempo fa, aveva partecipato ad un dibattito sull'Aldilà nella trasmissione di Bruno Vespa "Porta a Porta" in quell'occasione la Hack aveva ribadito di non credere all'Aldilà In particolare disse "Chi vuol credere crede, però la scienza non si basa sulle intuizioni, sul desiderio di credere. La scienza fa esperimenti, fa osservazioni e da queste cerca di trarre le leggi generali che spiegano i fatti, che spiegano l’universo e il nostro corpo. Quando la scienza era molto più primitiva, gli uomini attribuivano tutti i fenomeni naturali a varie divinità. Poi pian piano abbiamo cominciato a capire come funziona il mondo, come funziona il nostro corpo e il numero di divinità è andato diminuendo. Ci sono ancora tante risposte che non sappiamo dare ma è troppo comodo spiegare tutto con Dio.” 

Se trovi questo articolo su un blog diverso da "net1news.org" si tratta probabilmente di una copia non autorizzata. L'indirizzo originale di questo articolo è: E' morta Margherita Hack, l'atea per eccellenza: "Comodo dare colpe a Dio" scritto da .